Home Contratto Contatti Link utili
venerdì 30 luglio 2021 - 01:50:03  
Dettaglio itinerario
Tour Operator
Area Agenzie
Destinazioni
Itinerari
Informazioni
Servizi
Offerte
nome

e-mail

 
 
Paestum. Area Archeologica
PARCO NAZIONALE
Tutto l'anno € 4,00

Paestum, l’antica Posidonia, fu fondata secondo Strabone dagli Achei di Sibari nel VI secolo a. C. come centro commerciale. Le conoscenze relative alla città per i secoli VI e V derivano dallo studio dei monumenti. Alla metà del V secolo Posidonia fu di aiuto agli abitanti di Sibari nella ricostruzione della loro città distrutta da Crotone. Successivamente essa stessa cadde per mano dei Lucani. Durante il IV secolo la colonia visse una fase di espansione demografica; tra il 335 e il 331 fu conquistata dal greco Alessandro il Molosso, ma presto tornò in potere dei Lucani. Nel 273 a. C. vi fu dedotta la colonia latina di Paestum e durante la guerra annibalica, come città federata, aiutò Roma. Paestum fu abitata fino all’alto medioevo e abbandonata nell’VIII secolo d. C. a causa delle incursioni saracene e dell’estendersi delle paludi.

I resti imponenti di templi costituiscono un esempio rilevante di sviluppo dell’ordine dorico in Italia in uno dei più importanti complessi architettonici della Magna Grecia. Dal ritrovamento di tegole si può risalire a una costruzione sacra di VI secolo a. C. situata a sud-est del tempio di Cerere. Alla fine del VI secolo a. C. risale un altro edificio di probabile destinazione sacra. Tre sono i templi più importanti di Paestum, imponenti nella loro monumentalità: la cosiddetta Basilica, il tempio di Cerere e quello di Nettuno (Posidone). La Basilica, tempio dedicato a Hera, risale al 540-530 a. C.; è di ordine dorico con diciotto colonne sui lati lunghi e nove sui corti; la cella (naos), preceduta dal portico, è divisa in due navate da una fila di colonne; i capitelli presentano un collarino con decorazione floreale. Della fine del VI secolo è il tempio di Cerere, dedicato ad Atena, costituito da tredici colonne sui lati lunghi e sei sui brevi e da un ampio portico antistante la cella; le colonne del peristilio sono slanciate; il frontone orientale è abbastanza conservato. Il tempio di Nettuno risale alla metà del V secolo a. C. ed era dedicato a Hera. Possiede sedici colonne sui lati lunghi e sei sui corti; la cella è racchiusa tra due portici (pronaos e opistodomos) e divisa in tre navate da due file di colonne; del tempio si conserva il fregio con triglifi e metope. A est dei tre templi si trovano gli altari sui quali si svolgeva il culto e resti di tempietti minori. Si possono ammirare inoltre gli avanzi del Capitolium della città romana, orientato in direzione nord-est (e non est-ovest come i templi greci), dotato di capitelli corinzi e di un fregio con metope e triglifi.

 
Area Archeologica € 4,00
Museo Archeologico Nazionale € 4,00
Biglietto unico € 6,50
Cittadini CEE <18 e >65 gratis; 18>25 - 50%   
Orari: 9:00-18:30 (restano chiusi il 1° e il 3° lunedì di ogni mese e nei giorni 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre)
      Ritorna
Travel Agency
Chi siamo
Dove siamo
Hotel
Case Vacanza
Servizi
Offerte Vacanze